“the golfing machine”

;“Why trust instinct when there is science?”–
Homer Kelley, autore di “The Golfing Machine.”
perchè usare l’istinto, quando possiamo utilizzare,, la scienza, o meglio la fisica?

libro golfing machine

–e da qui che parte l’approccio al golf del giovane amatore (22 anni) , diventato professionista, da qualche giorno,“Bryson DeChambeau”, che ha fatto sua la teoria di questo autore, è della sua teoria del movimento del golf.,(secondo me sta’ ridisegnando, tutta la natura del golf stesso); ***
andiamo con ordine

– DeChambeau gioca con un set di mazze di uguale lunghezza, ( tutti i giocatori usano ferri con lunghezze diverse)

DeChambeau gioca con i club stessa lunghezza perché vuole che ogni ferro oscilli sullo stesso piano, e lui dice che questo stesso piano di swing lo ha fatto emergere al college, ha vinto titolo NCAA e US Amateur nello stesso anno.
Gli altri quattro sono stati,Jack Nicklaus, Phil Mickelson, Tiger Woods e Ryan Moore

DeChambeau ha studiato Fisica al college.

DeChambeau nomina i suoi ferri con dei nomi ,egli chiama il club di 60 gradi “King” in onore di Arnold Palmer, che vinse il Masters nel 1960,il club 42 gradi “Jackie” in onore del grande Jackie Robinson, chiama il suo ferro 3 ” Gamma “, che è la terza lettera dell’alfabeto greco, e così via.

DeChambeau, riceve a 13 anni dal suo allenatore Mike Schy il libro, citato nella parte superiore di questa articolo denominato, “The golfing machine.”
Questo libro è stato scritto da un personaggio eccentrico dal nome di Homer Kelley, un non, particolare, buon giocatore ,che ha dedicato tutta la sua vita per abbattere la teoria tradizionale dello “swing “.

“Kelley crede che quasi tutto ciò che è stato detto circa “lo swing del golf”era sbagliato e, peggio ancora, troppo semplificato.
“Trattare un soggetto o un’azione complessa, come se si trattasse di semplice”, ha scritto, “moltiplica la sua complessità a causa della difficoltà di sistematizzare fattori o elementi mancanti e sconosciute.
Dire che imparare il golf è semplice, ma non lo rende semplice – solo incompleto e inefficace “.

golf-machine

the golfing machine

Con questo in mente, Kelley ha sezionato lo”swing” in 24 componenti con 144 varianti, la chiamò semplice geometria e fisica, e “che il corpo può duplicare una macchina”.

in questo link
un professionista dell “Pga americana”, spiega il movimento del Putt ( lo avete visto il mattone che usava al Masters), 🙂

putting test

putting test

Per DeChambeau, è stato come l’apertura di un nuovo mondo.

Nello sport come in altri settori,ci sono nuove scuole che si confrontano con quelle tradizionali, e tra analisi, numeri ed emozioni, DeChambeau sembra che porterà a una piccola rivoluzione nel golf, che potrebbe essere divertente! 🙂

*** partecipa alla sua prima gara come professionista sul torneo americano “PGA TOUR”,
RBC HERITAGE Harbour Town GL • Hilton Head, SC 14/17 APRILE

@marina dispoto

golfing machine

Bryson Dechambeau

The golfing machine

Submit a Comment